Da oltre 60 anni
Sempre dalla tua parte
Da oltre 60 anni
Sempre dalla tua parte

DECRETO RISTORI-QUATER

  • 03/12/2020

DECRETO RISTORI-QUATER

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 30.11.2020 il D.L.157/2020 c.d. “Decreto Ristori-quater”, recante ulteriori misure connesse all’emergenza da Covid-19.

Si riassumono le principali disposizioni contenute nel provvedimento.

PROROGA VERSAMENTO SECONDA/UNICA RATA ACCONTO 2020

E’ confermata la proroga al 30.4.2021 del versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e Irap, già disposta dal “Decreto Agosto” a favore dei soggetti ISA con riduzione del fatturato del primo semestre 2020 rispetto a quello del 2019 e, a prescindere dalla riduzione di fatturato, qualora operanti nei settori delle Tabelle 1 e 2 delle zone “rosse” nonché ai ristoranti delle zone “arancio”.

La proroga al 30.4.2021 è a favore anche:

  • delle imprese/lavoratori autonomi no ISA con ricavi/compensi 2019 non superiori a € 50 milioni e riduzione del fatturato del primo semestre 2020 rispetto a quello del 2019, operanti su tutto il territorio nazionale (a prescindere, quindi, dalla colorazione della propria Regione);
  • delle imprese/lavoratori autonomi no ISA, a prescindere dai ricavi/compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato, che operano nei settori di cui alla Tabella 1, DL n. 137/2020, c.d. “Decreto Ristori” e Tabella 2, DL n. 149/2020, c.d. “Decreto Ristori-bis” delle zone “rosse”/nonché ai ristoranti delle zone “arancio”.

SOSPENSIONE VERSAMENTI TRIBUTARI/CONTRIBUTIVI

Per i soggetti, con ricavi o compensi 2019 non superiori a € 50 milioni e che hanno subito una diminuzione del fatturato di almeno il 33% nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019, sono sospesi i termini che scadono nel mese di dicembre 2020 relativi a:

  • ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente/assimilati e dell’addizionale regionale/comunale IRPEF, operate in qualità di sostituto d’imposta;
  • IVA. La sospensione riguarda:
    • l’IVA dovuta per il mese di novembre da parte dei soggetti mensili, in scadenza il 16.12;
    • l’acconto IVA 2020 in scadenza il 28.12;
  • contributi previdenziali ed assistenziali, compresi quelli dovuti alla Gestione separata INPS.

I versamenti oggetto di sospensione dovranno essere effettuati, senza sanzioni ed interessi:

  • in unica soluzione entro il 16.3.2021;
  • ovvero in forma rateizzata, fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo. La prima rata scade il 16.3.2021.

Le disposizioni si applicano a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi e alla diminuzione del fatturato:

  • ai soggetti che esercitano le attività economiche sospese dal DPCM del 03.11.2020, aventi sede in qualsiasi area del territorio nazionale;
  • ai soggetti che esercitano le attività dei servizi di ristorazione che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle zone “rosse” e “arancioni” individuate alla data del 26.11.2020;
  • ai soggetti che operano nei settori economici individuati nell'allegato 2 D.L. 149/2020, ovvero esercitano l'attività alberghiera, l'attività di agenzia di viaggio o di tour operator, e che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle zone “rosse”, come individuate alla data del 26.11.2020 

ESTENSIONE BENEFICIARI DEL NUOVO CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

  • Le disposizioni relative al nuovo contributo a fondo perduto, da destinare agli operatori Iva dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive di cui al D.L.137/2020, si applicano anche ai soggetti che, alla data del 25.10.2020, hanno la partita Iva attiva e abbiano dichiarato di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nell'allegato 1 al D.L. 157/2020 (agenti, procacciatori e mediatori di particolari settori).

PROROGA VERSAMENTI ROTTAMAZIONE/SALDO E STRALCIO

Relativamente alle somme dovute ai fini della c.d. “rottamazione dei ruoli” e del c.d. “saldo e stralcio”il mancato/insufficiente/tardivo versamento, alle relative scadenze, delle rate dovute nel 2020 non determina l’inefficacia della definizione a condizione che il versamento integrale di tali rate sia effettuato entro l’1.3.2021. Di fatto, entro tale data può essere effettuato il versamento di tutte le rate in scadenza nel 2020.

REVISIONE DISCIPLINA DILAZIONE DI PAGAMENTO

Sono state apportate una serie di modifiche – alcune a carattere definitivo, altre temporanee, legate all’attuale situazione emergenziale, all’istituto della dilazione dei ruoli. Le nuove regole sono previste a regime, a partire dai provvedimenti di accoglimento relativi a richieste di rateazione presentate dalla data di entrata in vigore del decreto Ristori-quater, cioè dal 30.11.2020.

SOGGETTI ESENTI DAL VERSAMENTO IMU

Intervenendo sui diversi provvedimenti che hanno previsto l’esenzione dal versamento dell’Imu 2020 in scadenza il prossimo 16 dicembre, viene chiarito che il pagamento non è dovuto quando il gestore dell’attività economica coincide con il soggetto passivo d’imposta (la modifica pertanto consente di riconoscere l’esonero anche nei casi in cui, come avviene per gli immobili detenuti in leasing, il soggetto passivo non è il proprietario degli stessi).